Want create site? With Free visual composer you can do it easy.

dal 10 gennaio al 29 marzo 2008

Per allettare gli appassionati di pittura e scultura durante la stagione estiva, tra il serio e il faceto Matasci Arte propone una mostra di coinvolgimento dello spettatore. Dal 4 luglio al 30 agosto, 38 opere appartenenti alla Collezione Matasci sono esposte senza il consueto cartellino. Sarà l’accorto visitatore a mettere in relazione opera e autore grazie alle sue conoscenze, alla sua memoria o semplicemente alla sua curiosità, aiutato dal materiale informativo e, in qualche caso, dalla firma da decifrare sulla tela. Si vuole così offrire l’occasione, stimolante anche per i più giovani, di mettere alla prova la propria capacità di osservazione e confronto tra i diversi stili.
L’impegno sarà premiato: con un pizzico di fortuna, si potrà figurare tra i sorteggiati che beneficeranno di un omaggio della casa.

Cosa succederebbe se, di colpo, dalle pareti di musei e gallerie d’arte scomparissero quei benemeriti cartellini contenenti tutti i dati relativi all’opera? Che, di colpo, ogni visitatore si vedrebbe confrontato con la pura nudità dei singoli pezzi, con la sola voce del loro silenzio, senza più rimandi né all’autore né al titolo, all’anno o alla tecnica; senza più confortanti puntelli di orientamento, senza più garanzie di nobili paternità preacquisite. E dovrebbe giocare la sua partita in un problematico confronto diretto con l’opera; ma forse potrebbe essere per lui anche l’inizio di una rinascita, l’occasione per cominciare davvero a vedere con gli occhi… della mente, oltre che con quelli fisici, per imparare a vedere.
In una società dove quel che conta è il nome, il logo, la griffe, non può essere che salutare per una volta almeno, anche in arte, dove la firma conta la sua grossa parte, puntare all’azzeramento delle garanzie certificate, all’eliminazione dei nomi d’autore, per lasciare che l’opera parli da sé e si racconti per quello che è, così da poterla guardare senza pregiudizi. E forse, alla fine, anche il livello di qualche opera scenderebbe non poco, menttre di altre forse salirebbe.
Nel caso di questa mostra ci si muove dentro un’area ben nota agli amici della Matasci Arte: si tratta di 38 opere, alcune inedite, di artisti già presentati in occasione di precedenti esposizioni ma relazionati secondo affinità formali o tematiche nuove. I visitatori, sulla scorta delle loro conoscenze o del materiale a disposizione in galleria, servendosi di un apposito formulario sono pure invitati al gioco di identificare gli autori, collegando il nome di un artista con la sua o le sue opere. A fine mostra, i vincitori sorteggiati beneficeranno di un omaggio della casa.

38 opere in cerca d'autore
Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.