Retrospettiva per i cent’anni dalla nascita

dall’ 11 aprile al 28 giugno 2014

Cent’anni fa, il 2 agosto del 1914, nasceva a Zugo Edmondo Dobrzanski, la figura d’artista più incisiva e robusta, fors’anche la più tormentata, che abbia operato in Ticino tra gli anni Cinquanta e Settanta: in grado certamente, per qualità e respiro della sua pittura, di reggere il peso di un confronto internazionale.

La ricorrenza non poteva passare sotto silenzio almeno nel suo Paese. La Fondazione Matasci per l’Arte si è così fatta carico di allestire una antologica museale, distribuita nelle due sedi di Matasci Arte a Tenero e il “Deposito” di Riazzino, con le opere che contano e ne scandiscono il percorso lungo gli anni: 40 oli di grande e medio formato alternati da una trentina di pastelli – tecnica in cui Dobrzanski eccelleva – a partire dai primi anni Cinquanta fin dentro gli anni Settanta.

Ne esce il valore testimoniale di un artista che vive drammaticamente il doloroso incrociarsi di esperienze personali e vicende collettive dentro quel “secolo breve” in cui gli toccò di vivere e che egli fa rivivere nei gorghi della sua pittura, nel pessimismo amaro che la attraversa, nell’intonazione bassa dei suoi colori, nonché nel suo continuo ritornare su certi temi, luoghi, motivi e forme che la marcano.

Fermamente convinta della rilevanza artistica di Edmondo Dobrzanski e della moralità della sua pittura, ma animata pure dalla necessità di divulgarne l’opera, la Fondazione Matasci ha inteso onorarne la memoria acquisendo opere nuove e allestendo per l’occasione quella mostra che dovrebbe dar conto non solo della varietà di temi e qualità di forme tipici della sua pittura, ma anche della reale statura europea dell’artista.

Di ascendenza polacca, Dobrzanski nasce a Zugo il 2 agosto del 1914. Dal ’22 al ’29 abita con i genitori a Cassarate e frequenta le scuole elementari e il ginnasio a Lugano.
Dal ’36 al ’42 frequenta l’Accademia di Brera.  Nel 1965 si trasferisce con la famiglia a Gentilino.
Muore il 23 agosto 1997 all’Ospedale Civico di Lugano.