Dal 30 settembre 2018 fino al 24 febbraio 2019.

Per la prima volta la Fondazione Matasci per l’Arte apre lo spazio di Cugnasco Gerra per una personale. E lo fa per accogliere 125 opere di

Franco Francese

1920 – 1996

in una mostra antologica con dipinti e disegni che vanno dal 1937 al 1995.

Per l’occasione è stato pubblicato un catalogo.

Franco Francese

Nato a Milano nel 1920 e morto nel 1996, figura emblematica di un complesso travaglio intellettuale e storico, a partire dagli anni immediatamente successivi al secondo conflitto mondiale, con la sua pittura e nelle note affidate ad suo Diario intimo, Franco Francese incarna la singolare vicenda di un uomo e di un artista colto nel momento di un drammatico trapasso, non solo generazionale.
La necessità interiore che anima la pittura di Francese è quella di conservare un senso di umana testimonianza del vivere alle sue immagini e ai suoi temi: cercando di saldare insieme il mondo fisico con quello interiore, la presenza oggettiva delle cose con la risonanza che esse hanno nel profondo di un’anima o nel silenzio della notte. “Tentare la consistenza delle immagini è tentare la consistenza stessa del mondo” – scriveva  Francese nel suo Diario.

Rita Sarais. Collezionismo a confronto. Un’ipotesi progettuale.
Accademia di Belle Arti di Brera. Milano, 2014.